Blog: http://folliepreferenziali.ilcannocchiale.it

Caro Silvio, chiedo la mano di tua figlia.

Il Popolo dell'Ambiguità, questo il nome che ho deciso di assegnare a questo partito.
Innanzitutto mi fa tanta tristezza una nazione che vota come proprio leader un uomo che afferma pubblicamente: "Giovani diventate imprenditori di voi stessi", togliendo ogni speranza di future assunzioni nella pubblica amministrazione, dove le carenze di personale stanno raggiungendo livelli davvero assurdi. Ma ancor più triste è un popolo che vota un partito che crea coalizioni così ambigue. Al nord si allea con la Lega Nord, al sud con l'Autonomia Sud. E' normale? E' razionale? Non credo che Lega ed AS vadano così d'accordo. E poi mi sembra un'alleanza ambigua. Berlusconi dividerà l'Italia?!
Senza dimenticare, ancor peggio, le affermazioni fatte da Berlusconi riguardo i giovani precari.
Bene, allora salirà Berlusconi al governo? Pazienza, ma io, in quanto studente e, post-laurea, probabilmente futuro disoccupato o precario, a meno che io non mi metta a fare il libero professionista, devo chiedere a Berlusconi di darmi in sposa sua figlia. Visto che la soluzione al precariato, secondo lui, è questa. Tutti i disoccupati ed i precari, a turno, devono sposare i figli di Berlusconi. Ma che bella soluzione!
Sono sdegnato più che deluso. Ma è un risultato che mi aspettavo. E mi fa tanta tristezza per l'ignoranza di tante persone che lo votano. "Uh com'è bell Berluscon, mi toglie l'ici, mi toglie il bollo". Col cavolo, però un posto di lavoro fisso per tuo figlio te lo scordi!
Sarò anche duro nei toni, ma riflettete e riflettete bene. Soprattutto per il futuro dei vostri figli. Perché non sarò l'unico a beccarsi tutti i danni di Berlusconi. Non che io voglia dire che altri al suo posto avrebbero fatto di meglio, ma sinceramente a me questo personaggio mi fa vergognare di essere italiano.
Non mi resta che consigliarvi ancora una volta di riflettere.
Riflettete... Riflettete... E mi auguro che lo facciate davvero.

P.S.: Propongo di andar via dall'Italia. E sinceramente dopo la laurea un pensierino ce lo farò di sicuro.

Pubblicato il 14/4/2008 alle 17.54 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web